CARTONI ANIMATI

logo

  Home | Sigle cartoni | La canzone dei puffi
Torna a Sigle Cartoni



Info e curiosità sul cartone animato

I Puffi fanno il loro esordio nel 1958 dalla matita del fumettista belga Pierre Culliford, in arte Peyo. E’ alla fine degli anni 70’ però che, negli Stati uniti d’America, iniziano a spopolare grazie all’uscita sul mercato dei gadget a loro ispirati: peluche, pupazzi in miniatura ed accessori di ogni tipo. Da qui l’idea di farli diventare protagonisti della famosa serie tv animata di successo.

I puffi sono dei piccoli “folletti”, omini di piccola taglia con quattro dita per ciascuna mano, sono tutti di colore blu e indossano un cappello e dei pantaloni bianchi; tutti tranne Grande Puffo che veste di rosso. La stragrande maggioranza della popolazione è maschile, tranne due puffe, Puffetta dai lunghi e biondi capelli e Bontina, con due trecce rosse, lentiggini ed una salopette rosa (anche lei fa eccezione per il colore degli abiti). Vivono nel loro villaggio composto da tanti piccoli funghi dal tetto rosso e nella loro comunità esiste una ben precisa gerarchia: ciascun puffo ha un ruolo, un mestiere identificato dal nome, da alcuni oggetti che porta sempre con se o dai modi di dire o di fare.

Ad esempio c’è “Puffo vanitoso” che va in giro con uno specchio per poter così ammirare costantemente la propria bellezza, “Puffo quattrocchi” che ha dei caratteristici occhiali neri o ancora “Puffo brontolone” che non fa altro che ripetere “io odio….”. Grande Puffo è il saggio, il più anziano che infatti ha ben 542 anni e che prepara varie pozioni magiche. Esistono ben 105 puffi diversi.

Il loro acerrimo nemico si chiama Gargamella, hanno spesso a che fare con lui quando escono dai confini sicuri del villaggio di Pufflandia per andare a raccogliere le puffbacche di cui vanno golosi. La sigla (testo qui in basso) recita "puffiamo su pergiù due mele e poco più", in riferimento alla loro presuta altezza: in verità l'altezza reale dei puffi non si conosce ma di certo sono più piccoli rispetto alla natura che li circonda ed a Gargamella che ha dimensioni umane. Esordiscono al cinema con il film "I Puffi" nel 2011, nel 2013 arriva "I Puffi 2" e nel 2017 "I Puffi - Viaggio nella foresta segreta".




La canzone dei puffi


Chi siano non lo so
Gli strani ometti blu
Son alti su per giù
Due mele o poco più

Noi puffi siam così
Noi siamo puffi blu
Puffiamo su per giù
Due mele o poco più

Vivono via da qui
Nell'incantata città
Riparata dalla selva
Dal deserto dai monti e dal maar

Son case puffe assai
I funghi di laggiù
Nel bosco le vedrai
Vicino al fiume blu

Puffiamo noi laggiù
I funghi puffi assai
Puffarli tu potrai
Vicino al fiume blu

Hanno un ponte che poi
Attraversano per
Ricercar nella foresta
Quel che più gli serve e più gli va

E via dalla città
Amici hanno già
E senza esitar
Li vanno a trovar


Ma hanno anche dei nemici
Gargamella il mago
E il suo gatto birba

Maledetti puffi
Vi avrò e vi ridurrò in purè

Ma I puffi hanno già
Trecento volte e più
Scacciato questi qua
Lontan dalla città

Il grande puffo però
Trasformare sa già
Un puffo assai cattivo
In un puffo che puffa bontà

Noi puffi siam così
Noi siamo puffi blu
Puffiamo su per giù
Due mele o poco più

La la la la la la...

freccia